Marketing?? NO grazie... C'è già mio cugino che segue la mia pagina Facebook...
‹‹ torna agli articoli del Blog

news del 26/10/2016

Marketing?? NO grazie... C'è già mio cugino che segue la mia pagina Facebook...

Viaggio all'interno dei principali pregiudizi che, ancora oggi rischiano di risultare fatali, a causa della "miopia" imprenditoriale del nostro Paese 

 
Al giorno d’oggi, sempre più imprenditori stanno iniziando a percepire quanto il mercato sia mutato. L’avvento di Internet, dei Social Media e della società 2.0, ha portato ad un profondo cambiamento del processo di acquisto del cliente e, quindi, comporta per tutte le attività imprenditoriali, la necessità di adeguarsi rapidamente, per non essere assorbiti in un circolo vizioso che, verosimilmente, porterà al tracollo.

Come spesso ci è comunicato di sottolineare, invece, noi siamo fermamente convinti che investire in una strategia di Marketing strutturata ed efficace, sia l’unica vera soluzione per consentire una crescita costante.

 

Sì, so cosa starai pensando… Non abbiamo scoperto l’acqua calda, vero??

 

Hai assolutamente ragione ma ti garantisco, però, che la fuori ci sono davvero un sacco di tuoi colleghi imprenditori che non hanno la più pallida idea di quale valore aggiunto potrebbero ricavare, che concepiscono ancora il Marketing come “qualcosa che può fare il cugino, lo zio, il nipote” e che assimilano un’azione di marketing strategico ad una mera gestione di una o due pagine Social.

Se non ti sei ancora deciso ad informarti ed a strutturarti in tal senso, sappi che farlo ti garantirebbe un enorme vantaggio competitivo, rispetto alla maggior parte dei tuoi competitors che non sanno neanche ancora da dove partire.

 

E puoi farlo GRATIS e senza alcun impegno, cliccando qui di seguito (http://vediqua.net/13L83) e lasciandoci i tuoi dati. CI incontreremo e, davanti ad un caffè, inizieremo a ragionare su come poter migliorare il tuo business. E’ GRATIS (il caffè lo offriamo noi… ;-) )

 

Fatta questa premessa, oggi vorrei soffermarmi sulle principali obiezioni che ci vengono poste, spesso senza un fondamento razionale ma sulla base di alcuni pregiudizi che spesso si rivelano assolutamente infondati e privi di ogni logicità.

I pregiudizi sono sempre dannatamente pericolosi. Perché ci bloccano la mente, impedendoci di crescere o di trovare soluzioni efficaci ai nostri problemi. Succede purtroppo anche nel business. Sono infatti tanti gli imprenditori o i manager che hanno dei pregiudizi verso qualcosa o qualcuno. E questo finisce spesso per danneggiare le loro aziende. Una delle discipline verso cui imprenditori e manager hanno più pregiudizi è proprio il marketing. E purtroppo questo è un grave errore. Il marketing è un’arma di business fondamentale per qualsiasi azienda o attività commerciale.

Ma quali sono i pregiudizi che imprenditori e manager hanno solitamente nei confronti di quel settore aziendale che potrebbe cambiare le sorti della loro attività? Vediamoli uno ad uno e cerchiamo di “smontarle” una alla volta:

Il marketing è inutile

Se davvero pensi che il marketing sia inutile, credo che il nostro rapporto si concluda qui; uno dei principali fattori che portano una strategia di Marketing ad essere vincente, è proprio la convinzione in quello che si fa, la condivisione di un progetto che può essere anche condotto da un’azienda esterna ma che deve essere assolutamente concordato con l’imprenditore che ha deciso di investire in questo settore.

Non voglio augurare a nessuno “il male” ma temo per te che, se questo fosse il tuo approccio, arriverà un momento in cui dovrai liberarti da questo pregiudizio, perché ti accorgerai che sta facendo fallire la tua azienda.
Fare marketing è una delle cose più utili in assoluto per il tuo business, indipendentemente da ciò che produci e vendi, dalle condizioni di mercato in cui operi, dalle dimensioni della tua impresa, dalle persone che la compongono, dalla crisi che ha colpito i mercati ecc.
Fare marketing è irrinunciabile. Le aziende che falliscono sono quelle che non avevano una chiara strategia di marketing. Le imprese che falliscono sono quelle che navigavano a vista, soggette agli umori dell’imprenditore al loro timone. Un imprenditore che spesso era convinto che il marketing fosse un costo inutile anziché un investimento di grande valore.

Le vendite contano più del marketing

Io sono cresciuto professionalmente in un’azienda che metteva al centro del proprio progetto imprenditoriale Vendite e Venditori. Purtroppo veniva dato troppo poco spazio all’attività di Marketing e di Customer Satisfaction, finalizzata a generare opportunità di vendita, cross-selling ed up-selling.

Perché? Semplice: perché il credo generale era che sono i venditori che portano in azienda i contratti firmati e non gli uomini del marketing!

Ecco, se questo atteggiamento fino a qualche tempo fa poteva anche pagare, a patto che potessi vantare una forza di vendita con i “controcazzi”, nel mercato di oggi questo tipo di visione è particolarmente miope.

Non vogliamo svilire il lavoro dei commerciali, che è senz’altro fondamentale, ma il marketing deve avere almeno altrettanta importanza.
Nel mercato competitivo che viviamo oggi, se la divisione vendite funziona, molto è dovuto al fatto che il marketing è riuscito a fornirle contatti “caldi” in target.

Ci spieghiamo meglio con un paragone sportivo che ci piace molto: il marketing è il centrocampo della squadra, cioè fa il gioco, mentre la vendita è il centravanti. Senza qualcuno che porti la palla in area, non si possono fare gol.

Il marketing è fare cataloghi

Molti imprenditori stampano in continuazione cataloghi, opuscoli, presentazioni, brochure, dépliant ecc. Sono convinti che avere più materiale che parli dei loro prodotti e servizi li possa far vendere di più. Ma questo è sbagliato, perché stampare cataloghi non è una tattica efficace di marketing. Paradossalmente, un’azienda potrebbe fare marketing addirittura con un solo catalogo. O forse senza nemmeno averne uno!
Il marketing non va confuso con la stampa di materiale che documenta i prodotti o servizi aziendali. Il marketing è ben altro da questo. Confondere le due cose è profondamente sbagliato.

Il marketing online non serve

Ecco un pregiudizio che è figlio del primo pregiudizio di questo elenco. In altre parole: così come esistono imprenditori convinti che il marketing non serva alle loro aziende, allo stesso modo esistono imprenditori che non hanno ancora capito l’importanza del web marketing.
La Rete è uno strumento meraviglioso, che ci ha cambiato la vita. Pensa a quante cose fai in modo diverso da quando esiste Internet. Una di queste è anche il marketing. E il marketing fatto sul web è particolarmente potente, perché ha il vantaggio di essere misurabile: puoi conoscere il ROI associato a ogni centesimo che investi in web marketing.
Pertanto, se anche tu hai una forte diffidenza verso il marketing che si fa online, cambia idea più in fretta che puoi. La Rete non è un luogo prettamente ludico: serve anche a farci business. E i risultati delle azioni imprenditoriali che si appoggiano al web sono spesso decisivi per la salute di un’azienda.

Il marketing può farlo chiunque

Ecco uno dei nostri pregiudizi preferiti. Molti imprenditori sono convinti che il marketing sia una materia semplice, se non addirittura banale. Di conseguenza, ritengono che chiunque in azienda possa avvicinarsi al marketing e tradurlo in azioni che gioveranno al business. Perché dunque investire in consulenza esterna?
Il problema è che il marketing è un’arte, e come tutte le arti va studiata, compresa e padroneggiata. Credere che fare marketing significhi applicare due o tre espedienti letti su un e-book gratuito o sul primo sito web che si è incontrato è una pia illusione. Il marketing non può farlo chiunque. Il marketing non si impara in mezza giornata. Il marketing ha bisogno di professionalità, competenza ed esperienza per dare frutti.

Al marketing si possono destinare i ritagli di tempo

Se vuoi fare marketing in modo davvero efficace, devi avere tempo per pensare alle strategie, alle tattiche e alle tecniche di marketing più utili per il tuo business. In effetti, il marketing richiede un accurato studio preliminare, un’attenta attuazione e una fase di verifica degli obiettivi raggiunti che dev’essere scrupolosa. In breve: il marketing richiede tempo.
Non puoi pertanto pensare di fare marketing a corrente alternata, nei ritagli di tempo. Indipendentemente dalle dimensioni della tua azienda, il marketing ti richiede continuità, attenzione, perseveranza.

Al marketing si possono destinare i ritagli di budget

Abbiamo parlato del marketing come di un investimento. E lo è. Un investimento che in parte va fatto in termini di tempo, ma che in parte va fatto anche in termini di denaro. Non è infatti pensabile di poter fare marketing a costo zero, a meno che tu sia un esperto della disciplina.
Ciò implica che una parte del budget della tua attività va investita in marketing. Tieni presente questo: il marketing è qualcosa che, se fatta con cura, ti darà sempre un risultato positivo. In altre parole: il marketing, se fatto come si deve, va sempre a impattare in modo positivo sul ROI del tuo business. Perciò, non credere a chi ti dice che è possibile fare marketing senza spendere un centesimo. Perché lo sai anche tu: nel mondo degli affari ottieni per quello che decidi di investire, sia in termini di tempo, di passione, di risorse e di denaro.

Ecco, per quella che è la nostra esperienza di professionisti della disciplina, questi sono i sette pregiudizi sul marketing che rischiano di tagliare le gambe agli imprenditori e di far fallire i loro progetti di business. Se per caso anche tu la pensi così, il nostro consiglio spassionato è quello di approfondire la faccenda, cercando di convincerti che devi cambiare prospettiva. Ne va della salute della tua azienda e della tua capacità di essere un imprenditore moderno.

 

Se condividi quanto scritto in questo articolo e siamo stati in grado di incuriosirti e di convincerti che sia opportuno prenderci un caffè insieme, clicca qui e lasciaci i tuoi dati: http://vediqua.net/13L83

 

Ah... Dimenticavo... Non perderti nessuno dei nostri aggiornamenti e seguici sulle nostre Pagine Social. Clicca di seguito:

    
 




© 2020, Management Academy è un marchio di SCANAVINO & PARTNERS CONSULENZE srl  |  P.Iva: 11670750014

Sede Operativa: Strada Torino, 43/108 - 10043 Orbassano (Torino)  /  Telefono: 011.90.63.755
Sede Operativa: Via Antonio Cechov 50, 20151 Milano  /  Telefono: 02.45.07.43.26
Sede Legale: Corso Vittorio Emanuele II, 167 - 10039 Torino

E-mail: info@managementacademy.it  |  Admin

Privacy Policy